“Incroci” di Luca Picco: artigianalità editoriale e poetica

Abbiamo chiesto al friulano Luca Picco, classe 1981, di parlarci della sua peculiare scelta di artigianalità editoriale e poetica, sfociata nel progetto Incroci e nella raccolta di esordio Verso Walden (2018). A seguire le parole dell’artigiano-poeta che descrivono l’idea e i primi sviluppi di questo progetto, due poesie e alcune foto che mostrano la realizzazione dell’oggetto-libro. (F.O.)

Il progetto personale Incroci nasce con la volontà di curare individualmente, e in maniera del tutto artigianale, l’intero processo produttivo di un libro dalle prime fasi di editing e impaginazione, passando per l’assemblaggio dei fascicoli e della copertina, per concludere con la rilegatura a filo, fino ad arrivare alle ultime fasi di pubblicizzazione, distribuzione  e vendita diretta.

L’idea nasce quindi da un desiderio di gestire in autonomia i molteplici aspetti della filiera editoriale per arrivare alla realizzazione di un prodotto, un oggetto-libro, che incarni in sé sia l’idea di artigianalità che la volontà di realizzare “un’opera” a tutto tondo.

Passo dopo passo è stato quindi ideato il progetto, pensato il logo, pubblicato un sito internet e un profilo Instagram di promozione. Contestualmente, realizzata la grafica della copertina del primo libro, comprato in autonomia un codice ISBN, eseguiti i lavori di editing e impaginazione, scelto il tipo di carta e il tipo di stampa, rilegati a filo manualmente tutti i volumi e assemblate le copertine.

L’impulso iniziale al progetto è stato dato dall’idea di poter scegliere i propri tempi di ideazione, realizzazione e pubblicazione, in maniera indipendente dalle esigenze di un mercato editoriale incerto. 

A costo di risultare anacronistico e antieconomico ma consapevole che, se dal punto di vista dell’autonomia le soddisfazioni sono state numerose, di contro e per forza di cose è venuto meno il supporto e l’aiuto di tutte le preziosi figure professionali che gravitano attorno al settore editoriale, garantiti dalle case editrici: grafici, stampatori, editor, responsabili marketing, uffici stampa etc, ciascuno con le proprie competenze e peculiarità. Mancando il sostegno degli esperti, in settori e ambiti lavorativi molto distanti fra loro, sia tecnici che artistici, i risultati non sono sempre stati all’altezza delle aspettative.

Ma proprio per questo il primo lavoro pubblicato dal progetto Incroci è stato intitolato Verso Walden : per indirizzare l’attenzione su un percorso personale compiuto verso una direzione ideale e citando, per l’appunto, il lavoro del filosofo-attivista americano Henry David Thoreau come esempio di identità fra tempi naturali/tempi umani e di identità fra scelta compiuta/causa da sposare.

Con avventurosa ingenuità il progetto Incroci cerca di opporsi come può al brevissimo ciclo di vita di una pubblicazione editoriale, cercando allo stesso tempo di distinguersi dagli altri servizi di autopubblicazione online disponibili e cercando di dare un connotato positivo al complesso e controverso fenomeno della “vanity press” con un contributo quanto più personale possibile e non standardizzato. Abbracciando quindi il “self publishing” ma distanziandosene. In definitiva Verso Walden è la prima raccolta di poesie, pubblicata nel 2018 in 50 copie numerate, interamente autoprodotta, editata e rilegata a mano, che fa parte di manoVerso, collana di poesia di Incroci, il progetto personale di artigianalità editoriale.

WU WEI

Come faccio a far parte del tuo mondo
se chiamiamo la stessa identica cosa
in modi differenti. Non posso
dirti con certezza
che la stella del mattino
sia la stella della sera
che Rose is a rose
is a rose is a rose
che la mia preghiera
sia anche la tua danza

posso solo dirti
che in un giardino segreto
un giorno pianterò
al riparo da sguardo indiscreto
una nuova rosa e la chiamerò
credo,          ,come
è giusto che sia.

*

LA POESIA DI SCHRÖDINGER

Un giorno conobbi uno scrittore
scienziato strano, tipo preciso

giurava che scrivere fosse frantumare
universi uno con l'altro

spiava la singolarità emergere
dal magma di fogli di quaderno paralleli
e sparpagliati, uteri ribollenti di storie
come collassi di funzioni d'onda

diceva sottovoce
una penna è un imbuto di fotoni
e pensieri: un buco nero che divora l'istante
in cui lo schiocco di sinapsi e parole
si uniscono nel sottile alterco delle parti

aggiungeva
questo mambo di spin
clave e cabasa, porta sempre con sé un segreto
quell'occulto legame
di una Storia
con tutte le Storie.

Luca Picco
Luca Picco

Luca Picco

Luca Picco​ nasce a Udine nel 1981. Frequenta il Liceo Scientifico “Niccolò Copernico”, successivamente si laurea in Lettere con una tesi su Paracelso e l’influenza del suo pensiero filosofico nella cultura italiana del ‘500. Prosegue gli studi specializzandosi in Storia della Scienza a Firenze con una tesi sul rapporto tra fumetti, filosofia e scienza. Attualmente lavora come copywriter presso un’agenzia di comunicazione.

Alcune poesie inedite sono apparse sulla rivista online Poetarum Silva e due articoli di divulgazione scientifica sulla rivista ​«S&F, Scienza e Filosofia»​.

Cura “Incroci”, un progetto di artigianalità editoriale su www.lucapicco.it​. “​Verso Walden​”, la prima raccolta poetica, esce nel 2018 in cinquanta volumi unici, numerati e rilegati a mano, per una scelta di autoproduzione totale.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Emily Dickinson, Francesco Cappellani, Oak Ridges, Usa, Manhattan, atomic bomb

Emily Dickinson: la poesia e l’atomo a Oak Ridge U.S.A.

Il nostro affezionato collaboratore Francesco Cappellani, classe 1935, dopo essersi occupato per il nostro sito delle poetesse Gertrud Kolmar, Nadia Campana, Antonia Pozzi, Amelia Rosselli, Silvia Plath e Marina Cvetaeva, ci racconta di un suo peculiare incontro di 58 anni fa con Emily Dickinson e la sua poesia, in un centro atomico statunitense.

continua a leggere »
Silvia Righi, MediumPoesia, Poesia e contemporaneo, collaboratore, poeta

Silvia Righi – due poesie

Si propongono due poesie di Silvia Righi (Correggio, 1995) estratte dalla plaquette “Dentro la poesia” (2018) pubblicata dall’associazione culturale milanese Lampioni Aerei. I componimenti sono presentati con un progetto grafico di Riccardo Righi e sono accompagnati dalla lettura ad alta voce dell’autrice.

continua a leggere »

MediumPoesia è un sito internet e un progetto artistico nato nel 2018 dall’incontro tra Francesco Ottonello e Michele Milani, un luogo abitato da scrittori e artisti, in una dimensione multimediale adatta a far fronte all’incontro di intense energie creative.

Gli Eventi

COOKIES

MediumPoesia usa i cookie per facilitare la navigazione del sito. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta il pop_up. Scorrere la pagina senza negare il consenso autorizza automaticamente all’uso dei cookie.

Credits

SITE: MICHELE MILANI

COPYRIGHT

Gestione del copyright sul sito Copyright e collaboratori Copyright e lettori

Tutto il materiale testuale originale prodotto dalla redazione e dagli autori di MediumPoesia e pubblicato su questo sito, a meno di esplicita indicazione contraria in calce ai singoli articoli, è reso disponibile secondo i termini della licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported (CC BY-NC-ND 3.0). 

In ottemperanza con la nuova legge sull’editoria italiana, si segnala che “MediumPoesia” non è un periodico. Qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata né predeterminabile. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Tutti i contenuti sono a responsabilità e copyright dei siti linkati o di chi li ha scritti. I dati sensibili relativi alla legge sulla privacy sono tutelati in ottemperanza alla legge 675/96 e dal dpr 318/99. il contenuto può essere liberamente citato, linkato ed anche copiato (citando www.mediumpoesia.com come fonte). Tutte le immagini e le musiche sono messe in rete da questo sito a titolo gratuito, a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico senza fini di lucro in osservanza ed applicazione dell’art. 2 comma 1bis della legge LEGGE 9 gennaio 2008, n.2Disposizioni concernenti la SIAE.

Redazione

La Redazione: Francesco Ottonello, Michele Milani, Tommaso Di Dio, Silvia Righi, Luigi Fasciana, Davide Paone, Marilina Ciliaco, Francesca Sante, Antiniska Pozzi, Silvia Girardi, Giulia Vielmi, Vanessa Morreale

Ⓒ 2019 - All Rights Are Reserved