Digitazioni di via n. 1 – La parola venuta fuori dall’estate

Digitazioni di via. Una rubrica di Francesco Ottonello con alcune riflessioni digitate per la via accompagnate da una riscrittura. N. 1 - La parola venuta fuori dall'estate.
Per molti autori e autrici di poesia (meglio usare con parsimonia il termine poeti) esiste il mondo, amaro e brutta cosa, e il mondo poetico, fatto di letture, festival e feste di poesia, spazi inclusivi e rassegne esclusive, giri e rigiri, spesso gli stessi, con lui che va là e lei allora va lì, e ci si rincontra, si brinda alla poesia, si parla di poesia, si è capiti, accolti, compresi.
Ora forse dovrei dire qualcosa di me, uno si aspetterebbe che io dicessi qualcosa di me, che io no, invece, sono il paladino della rettitudine e come il santo omonimo ciancio solitario con le bestie. Non sono così. Di paladini della via retta della poesia ve ne sono altrettanti e anche loro sono parte attiva nella stessa rete, il chiuso cerchio circo, malinconico e brindante, che si allarga e si restringe, parte dello stesso gioco di respiri. Anche io. E forse anche il più mondano ha desiderato di essere il più solitario, e il più indomito ha sognato di essere il centro unico della più grande festa.
Ultimamente ho visto poco il mondo, il mondo quello unico, quello amaro, quello solo, quello bello, quello poetico, perché per lunghi periodi mi acceco per proseguire nell’esistenza. E ora che dischiudo lo sguardo penso alla poesia come a un deragliamento, un invito imprevisto, un dettaglio disatteso. Una sequela di solchi, niente su cui brindare, ma anche niente contro cui scagliarsi e soprattutto niente da difendere. Distese aperte, per nessuno (o per qualcuno?), alcune barriere negli occhi che ostruiscono l’orizzonte. E se le attraversiamo, con il coraggio dell’inconsueto, rilanciamo la scia di un sogno, dal puntino che siamo verso qualcuno (o nessuno?). Verso l’ignoto.
Stare lì solo per questa tensione. Per questo ogni tanto rialzare lo sguardo. Attendere un dialogo vero che ci attraversi. Questo è il mondo della poesia.
 
 

Riscrittura da Paul Celan (Blume)

La pietra.

La pietra nell’aria che io seguii.

Il tuo occhio cieco come la pietra.


Noi eravamo: mani, noi

svuotammo l’oscurità e vi trovammo

la parola venuta fuori dall’estate: fiore.


Fiore – una parola cieca.

Il tuo occhio e il mio occhio

divengono sorgente per l’acqua.


Crescita.

Parete cardiaca dopo parete

si insinua, foglia a foglia.


Una parola ancora, come questa

e i martelli

si libreranno, aperti, via nell’aria.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp
seamus heaney, lavoro sul campo, biblion edizioni, antiniska pozzi, poesia dell'altrove,

Seamus Heaney | Due poesie da “Field Work” (1979)

Presentiamo due poesie di Seamus Heaney, poeta irlandese Nobel per la letteratura (1995), tratte da “Field Work” (1979) uscito quest’anno in traduzione italiana per la casa editrice Biblion Edizioni. “Lavoro sul campo” è tradotto e curato da Leonardo Guzzo e Marco Sonzogni. Questa pubblicazione completa la storia editoriale della poesia di Haney in Italia, essendo ora disponibili tutte le dodici raccolte con traduzione e testo a fronte.

continua a leggere »
filologia del futuro

Sulla precarietà del medium digitale: «ma rotta resta la memoria hard disk». Recensioni sommerse di Massimo Del Prete

Alcuni spunti di riflessione sulla precarietà del medium digitale e sulla ‘filologia del futuro’ di Francesco Ottonello, a partire dalla soppressione delle recensioni di Massimo Del Prete apparse su “Menti sommerse”. Nei prossimi mesi verrà ripubblicata, con una revisione a cura di Giulio Medaglini e Teresa Tommasini, la serie di dieci letture critiche ai libri di Tommaso Di Dio, Antonella Anedda, Gabriel Del Sarto, Mario De Santis, Dario Villa, Michele Bordoni, Valentina Colonna, Giovanni Ibello, Francesco Ottonello, Riccardo Socci.

continua a leggere »

MediumPoesia è un sito internet e un progetto artistico nato nel 2018 dall’incontro tra Francesco Ottonello e Michele Milani, un luogo abitato da scrittori e artisti, in una dimensione multimediale adatta a far fronte all’incontro di intense energie creative.

Gli Eventi

COOKIES

MediumPoesia usa i cookie per facilitare la navigazione del sito. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta il pop_up. Scorrere la pagina senza negare il consenso autorizza automaticamente all’uso dei cookie.

Credits

SITE: MICHELE MILANI

COPYRIGHT

Gestione del copyright sul sito Copyright e collaboratori Copyright e lettori

Tutto il materiale testuale originale prodotto dalla redazione e dagli autori di MediumPoesia e pubblicato su questo sito, a meno di esplicita indicazione contraria in calce ai singoli articoli, è reso disponibile secondo i termini della licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported (CC BY-NC-ND 3.0). 

In ottemperanza con la nuova legge sull’editoria italiana, si segnala che “MediumPoesia” non è un periodico. Qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata né predeterminabile. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Tutti i contenuti sono a responsabilità e copyright dei siti linkati o di chi li ha scritti. I dati sensibili relativi alla legge sulla privacy sono tutelati in ottemperanza alla legge 675/96 e dal dpr 318/99. il contenuto può essere liberamente citato, linkato ed anche copiato (citando www.mediumpoesia.com come fonte). Tutte le immagini e le musiche sono messe in rete da questo sito a titolo gratuito, a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico senza fini di lucro in osservanza ed applicazione dell’art. 2 comma 1bis della legge LEGGE 9 gennaio 2008, n.2Disposizioni concernenti la SIAE.

Redazione

La Redazione: Francesco Ottonello, Michele Milani, Tommaso Di Dio, Silvia Righi, Luigi Fasciana, Davide Paone, Marilina Ciliaco, Francesca Sante, Antiniska Pozzi, Silvia Girardi, Giulia Vielmi, Vanessa Morreale

Ⓒ 2019 - All Rights Are Reserved