Vittorio Lingiardi – due poesie da: “La confusione è precisa in amore”

Vittorio Lingiardi, psichiatra, psicanalista, poeta, ha pubblicato due raccolte di poesie oltre a numerosi saggi scientifici. MediumPoesia l'ha incontrato al Festival della letteratura a Mantova, questo settembre, per intervistarlo e parlare della sua opera.

Vittorio Lingiardi (Milano, 1960) è psicanalista, psichiatra e professore ordinario di psicologia dinamica presso la Facoltà di Medicina e Psicologia della Sapienza Università di Roma. È autore di numerosi saggi e contributi scientifici. Il suo ultimo saggio Mindscapes (Raffaello Cortina Editore, 2017) approfondisce i legami tra psiche umana e paesaggio, quel luogo del mondo che cerchiamo per dare un’immagine a qualcosa che è già in noi. Come spiega l’autore: « ‘Per avere qualche speranza di essere noi stessi, dobbiamo avere molti luoghi dentro di noi’. Questo pensiero di Jean Bertrand Pontalis, ci insegna due cose: una è che la nostra storia e la nostra psiche sono anche una geografia; siamo inseparabili dai nostri luoghi, per amore o per rancore. L’altra è che il nostro luogo non è mai uno solo. Ci vogliono appunto, molti luoghi». Noi l’abbiamo incontrato al Festival della letteratura a Mantova questo settembre, per intervistarlo e parlare di come paesaggio, psiche, mente e sessualità si intreccino non solo nella sua ricerca scientifica, ma anche nella sua opera poetica, composta finora di due raccolte, entrambe edite per Nottetempo, La confusione è precisa in amore (2012) e Alterazioni del ritmo (2015).  Di seguito vi riportiamo solo un breve estratto del nostro dialogo, utile secondo noi a contestualizzare il contenuto di approfondimento di questo articolo.

Vittorio Lingiardi: […] Dunque, le mie poesie sono piccole, corte e in effetti spaziano poco nel paesaggio inteso come paesaggio che ci circonda. Però, individuano quel paesaggio che forse è quello che mi è più caro: quello del corpo, nello specifico del volto umano. […] Io sono uno che a volte – rischiando di prendere un “che vuoi da me” si sofferma, si incanta a guardare le facce, il modo di camminare, i particolari, i dettagli delle persone. La gente è un paesaggio in cui sono costantemente immerso e credo che questo sia qualcosa che appartiene a una dimensione poetica dello stare al mondo: l’incantarsi, l’appassionarsi.

Potete trovare l’intervista completa, sul sito della rivista La Balena Bianca, direttamente a questo link.

Il tema del sentimento, della meraviglia, della gente e del paesaggio sono in effetti fondamentali nella scrittura di Vittorio Lingiardi. Li ritroviamo anche nelle poesie che l’autore ha letto in esclusiva per MediumPoesia, che potete ascoltare qui sotto: La confusione è precisa in amore e I dieci giorni che sconvolsero il mondo, entrambe estratte dalla silloge La confusione è precisa in amore (Nottetempo, 2012).

Michele Milani


Dieci giorni che sconvolsero il mondo

Si alzò andò in bagno
la giacca lasciando
timida sullo schienale.
Mossi la mano
cercandone il segreto:
tasche trovai cucite.
Tornò la faccia lavata
in sorriso. Non aveva segreto.
Era come la giacca:
superficie pura. Tutto faccia.

 

La confusione è precisa in amore

Ci cerchiamo nel sonno
a manate pesanti, il mattino –
con i piedi nel caos.
Poche cose da dire:
che siamo ragazzi
due vecchi –
a turno, un ragazzo,
un vecchio.
Non siamo qui per caso.
La confusione è precisa
in amore.

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Mario Benedetti

Mario Benedetti (1955-2020) oltre la perdita e la dispersione

Durante questi anni di formazione, per noi di MediumPoesia, umana e poetica, alcuni autori ci hanno segnato più di altri, nella lettura, nella scrittura e più in generale per quanto riguarda le esperienze letterarie e di vita. Uno di questi è certamente Mario Benedetti, che ci ha lasciato nella giornata di ieri. Qui lo ricordiamo con una scelta di testi dalle sue opere, Umana gloria, Pitture nere su carta, Tersa morte e Materiali di un’identità: quattro capolavori che resteranno oltre la perdita e la dispersione.

continua a leggere »

MediumPoesia è un sito internet e un progetto artistico nato nel 2018 dall’incontro tra Francesco Ottonello e Michele Milani, un luogo abitato da scrittori e artisti, in una dimensione multimediale adatta a far fronte all’incontro di intense energie creative.

Gli Eventi

  • ChiAmaMilano, Via Laghetto 2, Milano
    zona Università degli studi di Milano
  • mediumpoesia@gmail.com
  • michelemilani96@gmail.com
  • francesco.ottonello1@gmail.com

COOKIES

MediumPoesia usa i cookie per facilitare la navigazione del sito. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta il pop_up. Scorrere la pagina senza negare il consenso autorizza automaticamente all’uso dei cookie.

Credits

SITE: MICHELE MILANI

  • michelemilani96@gmail.com

COPYRIGHT

Gestione del copyright sul sito Copyright e collaboratori Copyright e lettori

Tutto il materiale testuale originale prodotto dalla redazione e dagli autori di MediumPoesia e pubblicato su questo sito, a meno di esplicita indicazione contraria in calce ai singoli articoli, è reso disponibile secondo i termini della licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported (CC BY-NC-ND 3.0). 

In ottemperanza con la nuova legge sull’editoria italiana, si segnala che “MediumPoesia” non è un periodico. Qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata né predeterminabile. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Tutti i contenuti sono a responsabilità e copyright dei siti linkati o di chi li ha scritti. I dati sensibili relativi alla legge sulla privacy sono tutelati in ottemperanza alla legge 675/96 e dal dpr 318/99. il contenuto può essere liberamente citato, linkato ed anche copiato (citando www.mediumpoesia.com come fonte). Tutte le immagini e le musiche sono messe in rete da questo sito a titolo gratuito, a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico senza fini di lucro in osservanza ed applicazione dell’art. 2 comma 1bis della legge LEGGE 9 gennaio 2008, n.2Disposizioni concernenti la SIAE.

Redazione

La Redazione: Francesco Ottonello, Michele Milani, Tommaso Di Dio, Silvia Righi, Luigi Fasciana, Davide Paone, Marilina Ciliaco, Francesca Sante, Antiniska Pozzi, Silvia Girardi, Giulia Vielmi, Vanessa Morreale

Ⓒ 2019 - All Rights Are Reserved