Collaboratori

Su “Un paese di soli guardiani” di Marco Villa

Pietro Cardelli, poeta, critico, redattore della rivista «formavera», racconta il libro d’esordio di Marco Villa (Lecco, 1989) “Un paese di soli guardiani” pubblicato nel 2019 e incluso nella collana A27 di Amos Edizioni.

Andrea Breda Minello: “Variazioni e omaggi” | Traduzioni d’autore

Andrea Breda Minello è nato a Treviso nel 1978, è docente, scrittore, traduttore e poeta. I testi che vi proponiamo in questo articolo sono estratti dal suo primo quaderno di traduzioni, in preparazione, che raccoglie ventidue autori diversi per luoghi ed epoche di provenienza. Ogni autore è presentato attraverso una breve prosa di introduzione, che ne chiarisce il rapporto con il traduttore.

Il canto interrotto di Gertrud Kolmar

Totalmente ignorata in vita e molto tardivamente apprezzata dopo la morte ad Auschwitz nel 1943, la poetessa e scrittrice Gertrud Kolmar di cui l’anno scorso si è celebrato il 125esimo anniversario della nascita a Berlino nel 1894, è considerata oggi una delle poetesse tedesche di origine ebraica di maggiore importanza del secolo scorso. Il critico Patrick Bridgewater nella sua antologia “Twentieth-Century German Verse” la definisce “uno dei grandi poeti del suo tempo, e forse la più grande poetessa che abbia mai scritto in tedesco”. Poco si sa della sua vita e nulla sulla sua morte, ma il suo canto così crudelmente spezzato, ci incanta oggi non solo per l’altissimo livello poetico ma anche per il coraggio di parlare apertamente in un periodo in cui molti poeti ed intellettuali si erano defilati davanti alla repressione culturale nazista.

Marziale, Miro Gabriele, MediumPoesia, poeti latini, Roma antica, antico e contemporaneo, traduzioni, poesia dell'altrove

In lode di Valerio Marziale, di Miro Gabriele – Traduzioni contemporanee d’autore

Il poeta e latinista Miro Gabriele ci introduce Marziale, un poeta latino forse troppo ingiustamente sottovalutato, di cui si vuole qui evidenziare il suo valore di classico e contemporaneo. In seguito alla nota critica di introduzione, potrete leggere quattro epigrammi di Marziale nelle traduzioni inedite di Miro Gabriele. (F.O.)

De Pisis, Fireze, Dante, Franco Buffoni, MediumPoesia

Dante e i suoi maestri

In questo articolo Franco Buffoni ci parla del rapporto di Dante con i suoi “maestri”, Brunetto Latini e Virgilio, soffermandosi sul canto XV dell’Inferno e sulla sodomia, provando a rovesciare alcuni aspetti dati spesso per scontati. Il contenuto che qui leggerete apre la raccolta di saggi brevi “Maestri e amici. Da Dante a Seamus Heaney” (2020, Vydia editore), strutturato nelle 3 sezioni: Sulle spalle dei giganti, Il Novecento, Tra due secoli.

Come esplicita l’autore stesso nella premessa, in questo volume non troveremo approfondimenti sugli autori di cui Buffoni si è occupato maggiormente durante la carriera accademica e saggistica, ovvero gli scozzesi del Sei-Settecento Ramsay e Fergusson, gli inglesi romantici Byron e Shelley e altri autori a lui cari come Wilde a Auden. Come fa intuire il sottotitolo, Buffoni si è mosso incrociando due tradizioni principali, quella letteraria inglese e quella italiana, lungo un periodo che si estende dagli esordi delle letterature europee fino al contemporaneo. (F. Ottonello)

Giovanna Frene, Datità, Manni, 2018, Arcipelago Itaca edizioni, poesia, poesia contemporanea, poesia italiana

"Datità" di Giovanna Frene: la poesia come stanza della tortura

Una nota di lettura di Elisa Vignali, che traccia una panoramica sul libro di Giovanna Frene, “Datità” (Manni, 2001) ristampato a dicembre del 2018 sotto la rinnovata cura di Arcipelago Itaca Edizioni. Copertina: Farbod Morshedzadeh (IRAN) “Her Voice Carried Her Away”, olio su tela.

Sherko Bekas, Il cimitero dei lumi , poesia, poesia curda, kurdistan, genocidio, saddam, iraq, poesia contemporanea, poesia straniera, mediumpoesia

Sherko Bekas: Il cimitero dei lumi (2004)

Sherko Bekas (1940-2013) è stato un poeta curdo attivo nel Movimento di Liberazione Kurda a partire dal 1965 ed esule in Svezia per gran parte della sua vita. Nell’aprile del 2013 a Sulaimania gli viene diagnosticato un tumore alla laringe; è trasferito in Svezia dove muore. Il poema intitolato Il cimitero dei lumi testimonia il dramma di una nazione e del suo popolo; racconta un genoicidio, le cui vittime sono state i poveri contadini che vivevano sulle montagne e nelle pianure del Kurdistan meridionale.

Valentina Murrocu, Milo De Angelis, Guido Mazzoni, poesia, incontro, evento, poeti contemporanea, poesia contemporanea italiana, destini generali, i mondi, la pura superficie, somiglianze

Milo De Angelis e Guido Mazzoni – Gli stati parziali della poesia

Si è tenuto, venerdì 18 ottobre 2019, presso il Teatro Politeama di Poggibonsi (Sala SET), il primo incontro all’interno della rassegna intitolata Gli stati parziali della poesia. L’evento, ideato e organizzato dalle associazioni «La Scintilla» e «Amici di Romano Bilenchi», in collaborazione con la rivista online «Formavera», ha visto confrontarsi Milo De Angelis e Guido Mazzoni, introdotti da Dario Ceccherini e coordinati da Elisa Tozzetti. Gli organizzatori hanno chiesto agli ospiti di esporre una riflessione sullo stato della poesia oggi, stato che è parziale, come suggerisce il titolo della rassegna. Valentina Murrocu ci fornisce qui un resoconto critico delle posizioni che sono trapelate.

MediumPoesia è un sito internet e un progetto artistico nato nel 2018 dall’incontro tra Francesco Ottonello e Michele Milani, abitato da scrittori e artisti, in una dimensione multimediale adatta a far fronte all’incontro di intense energie creative.

Ⓒ 2019 - All Rights Are Reserved